Maturità ai tempi di pandemia, come se non bastasse l’ansia dell’esame, quest’anno si aggiungono altri particolari che rendono il tutto molto più difficile.

Il conto alla rovescia è iniziato, così a partire dalla giornata di domani saranno in 500 mila gli studenti che affronteranno l’esame di maturità essendo ormai giunti all’ultimo anno della scuola superiore. 12.900 commissioni e commissari, sei per ogni classe. Hanno svolto durante il pomeriggio di ieri l’ultimo colloquio per mettere a punto le regole che dovranno essere rispettate a partire da domani. Le disposizioni sanitarie sono state rispettate, autocertificazioni sullo stato di salute, mascherine, stanze areate e distanziamento fisico di un metro anche per i professori.

Maturità ai tempi della pandemia, cinque candidati al giorno sosterranno il colloquio

Maturità ai tempi della pandemia, la commissione ha già estratto la classe e la lettera di cognomi che inizierà e che aprirà la lunga sfilza di esami che terranno compagnia fino alla fine di luglio. Saranno in cinque i candidati che potranno sostenere il colloquio ogni giorno qualora non ci dovessero essere motivazioni pronte a spingere per aumentarne il numero.

Gli studenti dei licei musicali dovranno unire la performance e la discussione in massimo 10 minuti. Poi ci sarà la discussione di testi, degli oggetti di studio, della letteratura, tutto questo ha a che fare con qualsiasi liceo. Poi sarà la commissione a provvedere alla disposizione dei banchi, dei materiali e di tutto ciò che ogni candidato dovrà portare con sè.

Difficoltà gestionali al massimo, un anno particolare difficile da dimenticare

Se gli esami di Stato sono sempre stati un gran problema per i docenti e per il personale scolastico che ha dovuto organizzare un bel pò di lavoro per giorni, quest’anno è tutto amplificato. I problemi si sono triplicati e gli insegnanti hanno più volte sottolineato di essere stanchi. E’ importante affermare che contrariamente a quanto si possa pensare, lavorare da casa, per i professori è stato molto più difficile e stressante del solito.

Unica nota positiva, i maturandi stanno per portare a termine un lungo percorso per poi dare il via a quello principale che li condurrà direttamente al mondo del lavoro. Un in bocca al lupo a tutti!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui