Ischia Film Festival, si riparte da qui dopo la pandemia, da Liam O’Neill il regista scomparso a causa del coronavirus proprio nelle settimane precedenti.

Si aprirà in questo modo la XVIII edizione del festival che permetterà di esplorare il mondo del cinema. Avrà come sede il Castello Aragonese, parteciperanno tantissimi ospiti. Tra i protagonisti Sergio Rubino al quale verrà consegnato un premio alla carriera. Proprio come Vittorio Storaro, Pupi Avati, Abel Ferrara, che Adam, Michele Placido e molti altri.

Ischia Film Festival, una sfilza di ospiti accolti dal pubblico presente in sala

Ischia Film Festival avrà ospiti presenti anche se in numero limitato e questa sarà la prima volta in assoluto post epidemia. Ovviamente tutto si svolgerà nel pieno rispetto delle regole sanitarie per garantire la sicurezza.

A rilasciare le prime dichiarazioni è stato Michelangelo Messina il direttore artistico, che ha ringraziato tutti coloro che hanno lavorato e stanno lavorando sodo per far sì che tutto vada per il meglio.

Una vasta selezione di opere tra le quali verranno scelti i vincitori

79 opere tra le quali documentari e finzione, 55 di questi sono in concorso, 15 fuori concorso. Si tratta di opere provenienti da 31 paesi tra i quali Bangladesh, Kirghizistan e Bielorussia. Spuntano fuori anche opere che difficilmente sarebbero arrivate in Italia. La produzione è della Finlandia, Irlanda, Polonia e Grecia, il modo migliore per conoscere le tradizioni di altri Paesi lontane dalle nostre.

Data l’attualità il tema principale del Festival è: «Gli scenari futuri dell’audiovisivo e del cineturismo post coronavirus» e a differenza dell’organizzazione degli scorsi anni, non avverrà alcuna proiezione ma saranno inviati sula piattaforma online del Festival. Lì chi sarà interessato potrà visualizzarli comodamente da casa propria. Al termine saranno più di una le opere vincitrici, giudicate da una giuria speciale. A far parte della giura Karin Hoffinger, Zlatko Vidackovic, Emanuela Martini, Oscar Cosulich, Massimo Gaudioso, Tommaso Strainati, Marino Guarnieri, Lorenzo Latrofa, Fabio De Caro, Ignazio Senatore ed infine Emanuele Palamara.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui