Il sindaco Sala ha espresso il suo parere rispetto alla situazione attuale che ha a che fare con il lavoro ed il futuro.

Già la situazione pre coronavirus, era abbastanza difficile soprattutto per quanto riguarda i giovani che avevano tanti dubbi sul proprio futuro. Oggi possiamo dire con fermezza che il loro futuro è stato ipotecato. Bisogna occuparsene già adesso, ecco perché a suo giudizio è il momento di ritornare al lavoro e lasciare alle spalle l’esperienza dello Smart working.

Il sindaco Sala, felice dell’avanzata della tecnologia, adesso però bisogna ritornare alla tradizionalitá

Il sindaco Sala si è detto abbastanza felice del fatto che tutte le generazioni durante il periodo della quarantena causata dall’emergenza sanitaria si siano avvicinate alla tecnologia. In precedenza sugli Smartphone, sui PC si è detta la qualunque. Tutti contrari alla tecnologia che però in questi ultimi mesi è stata fondamentale. Ha permesso a tutti di lavorare e avere ciò di cui si è avuto bisogno.

Attraverso la tecnologia infatti gli impiegati hanno potuto continuare a svolgere il proprio mestiere mandando avanti la burocrazia utile per il sostentamento di coloro che sono finiti in cassa integrazione o hanno chiuso le proprie attività. Adesso il consiglio del sindaco è lasciare lo smart working al passato. Si deve continuare ad avere una certa stima nei confronti di internet e della tecnologia soprattutto dopo averne fatto ampio uso, ma è necessario ritornare a lavorare. Ovviamente attraverso il network tutto è stato reso più semplice, ma i metodi tradizionali sono meno rischiosi e il margine di errore è sicuramente inferiore

Guardare in faccia alla realtà per aiutare i più deboli della società

E’ giunto il momento di rimboccarsi le maniche, se non per se stessi, per i giovani che al momento, così come anche in futuro, sono e saranno la categoria a rischio.

I giovani e le donne vedranno ipotecato il futuro, bisogna fare il possibile per limitare la perdita di lavoro e dare a tutti nuove opportunità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui