Il vostro rubinetto perde? È bene non aspettare e provvedere immediatamente alla sua riparazione. Sì, perché l’acqua è un bene prezioso. Non deve essere sprecato! Non solo, un rubinetto che perde per lungo tempo può anche incidere sulla bolletta dell’acqua. Meglio evitare. Potete ovviamente provare a riparare il vostro rubinetto in modo autonomo. Scopriamo insieme come. 

Rubinetto classico senza miscelatore

Ovviamente è bene provvedere a chiudere l’acqua di casa attraverso il contatore. Dovete poi avere a portata di mano un cacciavite, una chiave inglese, le guarnizioni di ricambio. È bene poi avere a disposizione anche la stoppa. Cacciavite e chiave inglese sono attrezzi che tutti hanno in casa. Se il vostro è un rubinetto recente, è anche possibile che vi siano stati dati appositi strumenti al momento dell’acquisto. Per quanto riguarda invece guarnizioni e stoppa, sono acquistabili presso una qualsiasi ferramenta. In alternativa, possono essere acquistati presso i negozi dedicati al fai da te. 

 

È necessario ovviamente smontare il rubinetto. Smontarlo di per sé non è difficile. Può esserlo nel caso in cui con il passare del tempo si siano formate delle incrostazioni di calcare particolarmente importanti. Nel caso di incrostazioni importanti è infatti possibile che la chiave inglese non sia sufficiente. In questo caso meglio provare ad utilizzare una chiave a pappagallo. Importante però provvedere a posizionare qualcosa di morbido tra la chiave e il rubinetto, come un panno in cotone. Questo, per evitare di graffiare e rovinare la rubinetteria. 

 

Una volta smontato il rubinetto, basta sostituire la guarnizione e richiudere il tutto. Ecco, il gioco è fatto. 

Rubinetto con miscelatore 

Nel caso di un rubinetto con il miscelatore, è necessario andare a sostituire la cartuccia. Dopo aver chiuso l’acqua dal contatore, si solleva il miscelatore. All’interno c’è una vite. Dopo averla svitata, il miscelatore può essere sollevato. In alcuni casi è possibile che sia presente un fermo. Deve essere smontato con una chiave inglese o con una chiave a pappagallo. Sollevate a questo punto la cartuccia e sostituitela. Basta poi riavviare il miscelatore e il gioco è fatto. 

Riparare un rubinetto che perde chiamando un professionista

Avete provato a riparare il vostro rubinetto, ma non ci siete riusciti? Avete fatto peggio che meglio? Allora forse è il caso di chiamare un professionista. Anni fa, si apriva l’elenco del telefono e si chiamava il primo idraulico che si trovava sulla lista. In alternativa ci si affidava al passaparola, chiamando quindi l’idraulico di famiglia. 

 

Oggi invece per fortuna abbiamo il web a nostra disposizione. Sono disponibili online degli appositi portali che permettono di mettersi in contatto con i professionisti della propria zona. Avete bisogno di un idraulico Milano? Vi basta quindi accedere al portale, selezionare la città e il gioco è fatto. Ecco infatti che avete una lista di idraulici disponibili da chiamare. Potete mettervi in contatto telefonicamente, cosa questa consigliata nel caso di un’emergenza idraulica. Ma potete anche decidere di richiedere un preventivo. Se non avete fretta, questa è la soluzione migliore, così da scoprire i servizi offerti e il prezzo applicato. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui